Il cortile


Il legame tra Alfonso d'Aragona, Partenope e Virgilio Mago

Nel cortile sono rappresentati il Potere regale e il potere sacerdotale: La Sala dei Baroni e la Cappella Palatina.
Alfonso vuole mettere in evidenza che lui è il titolare di entrambi i poteri e che il potere sacerdotale è subordinato a quello regale, infatti, la Cappella Palatina è più piccola rispetto alla Sala dei Baroni denominata anche “Sala del Trionfo”.
Del resto, a conferma di quanto diciamo, l’incoronazione a Re di Napoli che veniva celebrata dal Papa, non avvenne mai, così come non avvenne per il nonno di Alfonso Ferdinando e per Federico II di Svevia.
Questi vollero ribadire il rapporto diretto che lega il Sovrano alla divinità senza necessità di alcuna intermediazione.
Alfonso, infatti, come Galahad, i faraoni, gli imperatori romani si riteneva Re-Sacerdote.
Sarà evidenziato il legame che unisce Alfonso d'Aragona, Partenope, la città di Napoli e Virgilio Mago.



 

 

 

Non è la materia che genera il pensiero, è il pensiero che genera la materia
cit. Giordano Bruno

Associazione ASCI
piazza Trieste e Trento n. 48, Napoli
P.IVA 07508181216 - C.F. 95182490631
081.19485763 - 348.3976244
Informativa sulla privacy
webagency pubblisiti.it